Titolo bivaccoAnche se amministrativamente in comune di Tartano l'Alpe Torrenzuolo con il "Bivacco Aldo e Sergio Gusmeroli" appartengono al Comune di Forcola.
Da qualche anno a questa parte proprio con l’idea di ricordare Aldo e Sergio Gusmeroli e il profondo legame con la propria terra di origine, un gruppo di amici ha deciso di recuperare una vecchia baita d'alpe e di trasformarla in un bivacco per escursionisti e pastori di viaggio in Valtartano.

L'alpe

Rifugio

L’Alpe Torrenzuolo, non inserita nelle mete classiche normalmente frequentate dal turista che raggiunge la Val Tartano, lontana dal caos, solitaria e schiva viene raggiunta generalmente solo dalla gente di Tartano, che ne conosce e ne apprezza la bellezza e la tranquillità. Nei pressi del balcone naturale che sovrasta l’alpeggio sorge una vecchia baita; abbiamo così pensato di recuperare l’edificio per adibirlo a bivacco per gli escursionisti e per i pastoriche, con grande determinazione, portano il loro bestiame sin quassù.

Come arrivare

Mappa Per arrivare in Baita esistono molteplici possibilità; sono stati individuati e segnalati un sentiero principale poco faticoso e adatto a tutti gli escursionisti che parte da Tartano in corrispondenza del Cimitero. Sul muro della stada che, salendo da Campo, svolta ripida in salita, si trova la bachecha in legno con le indicazioni e la cartina. Raggiunta la contrada Gavazzi la strada procede sterrata sino a raggiungere un nucleo di abitazioni con le stalle del pastore che montifica all'Alpe Torrenzuolo, al termine dello sterrato vi è una modesta possibilità di parcheggio; al limite di questo spiazzo inizia il sentiero vero e proprio che, seguendo le bandierine bianco-rosse, vi porterà alla baita.

Vedi la mappa

La dotazione

InternoLa baita è stata dotata di tutto il necessario per permettere una confortevole permanenza anche di più giorni; tutto è a disposizione di coloro che vorranno usufruirne. Possono soggiornarvi comodamente fino a 8 persone.
Tutto quello che si trova in Baita è stato acquistato o offerto grazie al generoso contributo di amici e Associazioni; è possibile contribuire a mantenere e a migliorare la struttura lasciando un'offerta nell'apposita cassettina che si trova nel bivacco.

Visita il sito del rifugio

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.