Sirta di Forcola sembra sbucare ogni giorno, insieme al torrente, dalla stretta minacciosa fenditura della Val Fabiòlo e fermarsi a rispettosa distanza dall'Adda, con le sue case assiepate, sulle quali sovrasta la gran cupola della chiesa.

Giulio Spini L'ermemita della Val Fabiòlo in quad. Valtelinesi

Non furono anni facili nemmeno a Sirta durante le diverse epidemie che periodicamente interessarono la Valtellina. Alle cause naturali, quali ad esempio la presenza di zone paludose lungo il corso dell'Adda, vanno ad aggiungersi anche altri fattori di contagio, tra i quali l'ignoranza e la mancanza di precauzioni nei riguardi dei contagiati, il tutto unito ad una certa malfidenza nei confronti dei medici...
Questo prezioso documento riporta la testimonianza diretta di un medico che ha vissuto in prima persona una di queste epidemie. Una narrazione in presa diretta che ben descrive ambienti e stati d'animo in una situazione difficile.   

Concertando SirtaOttima riuscita per la tappa sirtese di "Concertando 2013" organizzato dalla Comunità Montana Valtellina di Morbegno con il sostegno della Provincia di Sondrio, Comune di Forcola, Parrocchia di Sirta e la Civica Scuola di Musica della Provincia di Sondrio.

"Sine sole sileo", senza il sole taccio, questo il motto latino che spesso accompagna le meridiane dipinte sulle case, antiche testimoni di un momento storico in cui la misura del tempo, a causa della scarsità di orologi personali, veniva affidata a questo semplice strumento che, insieme ai campanili, riusciva a segnare il passare delle ore a chiunque passasse per via.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.